martedì 31 gennaio 2017

PoPPy'S PErPEnDiCUlAR PaRTy (andata/permanenza/ritorno)


PIcTUuRE!


DOPO UN FOTTIO DI TEMPO HO POTUTO RITROVARE DELLE PERSONE A CUI TENGO TANTO, NON SOLO COME AMICIZIA, SOPRATUTTO COME FAMIGLIA!
LA BIG FAMILY OF VENETO!!!
sCRIVERò QUALCOSA A RIGUARDO E LO FARò IN TUTTA LIBERTà MANDANDO A FANCULO I PUNTINI, LE MAjUSCOLE E TANTE ALTRE COSE....

SCRITTO 31/01/2017 IVAN

GIORNATA AL QUANTO FREDDA DI QUESTO SABATO 28 GENNAIO 
LA DIREZIONE NON LA SAPEVO 
SON PARTITO A METà POMERIGGIO DAL COMELICO
META PIANEZZE MA CON DIVERSI FERMI SUL TRACCIATO...
AUTOSTOP A FASI MOLTO ALTERNATE E CON IL FREDDO LA VEDEVO NERA
LA FACCIA DELLA SPERANZA è SEMPRE LI CHE TI GUARDA!
LA COMMISTIONE DI VELLUTATE E RUGOSE FACCE DALLE SFRECCIANTI VETTURE
MENTRE FUORI CI SONO BASSE TEMPERATURE 
INDISTURBATE, IMPASSIBILI VICINO LE MIE FORME 
IPER-STRUTTURATE...
***
IL PRIMO ERA UN AMICO DI VECCHIA DATA ED ALTRO NON AGGIUNGO 
IL SECONDO ERA UN CONOSCENTE DELL'ALTO COMELICO E MOLTO SIMPATICO 
DALLA CIMA BOTTI SENTIVO PRIMA DI SALIRE SUL TERZO MEZZO
AL QUARTO NON SON SALTATO SUBITO SU MA HO BUSSATO AL FINESTRINO 
ERA TROPPO VICINO AL MURETTO....HAHAHA
SALTO SU STO FURGONE A CASSONE APERTO 
VECCHISSIMO E L'USURA ERA DI STAMPO BOSCAIOLO
COME NUOVO HO CONVERSATO FINO A LONGARONE URLANDO
TENTI SBIRRI IN GIRO E LUNGO LE STRADE CHE FACEVANO BLOCCO
LUNGO QUESTO STRADONE
TROVO UN LEGNO SEMBRA UN TIRANTE DI COLORE BIANCO 
ALLA FINE UNA RAGAZZA MI PRENDE
POCHI CHILOMETRI E SONO PIù IN GIù SPOSTATO
L'ULTIMA MI PIGLIA SU NEL MENTRE STO RISPONDENDO AL TELEFONO 
NEMMENO BUTTANDO FUORI IL DITO 
E SUBITO MI DA UNA TEGLIA IN MANO 
ARRIVO A PONTE NELLE ALPI UN Pò AFFAMATO 
ASPETTO NEL FRATTEMPO L'AMICO TAXISTA JAKO
CI FACCIAMO UNA PIZZA AD ALANO 
BUONA, LEGGERA, DIGERIBILE, NON FACCIO PUBBLICITà
è DA EZIO!
***
NON SAPEVO COME ARRIVARCI MA DA VALDOBIADENE DOVEVO PARTIRCI 
IN TOTALE FINO A PIANEZZE CI SONO 16 TORNANTI 
MI GIRAVA LA TESTA MA CON SOTTOFONDO LA GOA ERA COME ESSERE SU UN'ALTRA GIOSTRA 
UBICATI NEL NULLA STI FIOI
HO GIRATO ANCHE A PIEDI 
TUTTE CASE VACANZIERE 
FREDDO E GELO CONTINUAVO A SENTIRE
MA NESSUN RUMORE
ERA VERAMENTE IN CULO E SEMBRAVA QUASI DI ESSERE IN COMELICO
STESSA ALTURA
STESSO FREDDO 
MA CON DIVERSO LO SGUARDO VERSO IL BASSO
PIANURA E DENSA NUBE SUPERIORE NEL PRIMO MATTINO 
*** 
LA SERATA INIZIò CON DEI SALUTI 
CHI SE NE ANDAVA VIA E CHI COME ME ARRIVAVA
PORTANDO SORRISI 
ABBRACCI FORTI 
BACI D'AMICI
ENTRATO NEL SALOTTINO NEL BUIO 
DI NUOVO GROSSI ABBRACCI 
DOMANDE SUL COME FOSSI ARRIVATO 
E FINO LI TUTTO BENE 
SUPER OTTIMO 
SEMBRAVA DI ESSERE IO IL PACCO REGALO
COME IL SOLITO HO INIZIATO A CONVERSARE CON MOLTEPLICI PERSONE 
BELLISSIMO L'AMBIENTE
CALDO 
CONFORTEVOLE 
VALIDO PER RITROVI DEL GENERE 
O GIORNATE IN FAMIGLIA A FAR GRIGLIATE
RESIDENZIALE 
INCULATO NEL NULLA PIù TOTALE
POCHE PERSONE 
BASTANO QUESTE
***
LA CENSURA NON POTRà CENSURARE NIENTE DI QUELLO CHE SI SA GIà
DENTRO LE TESTE è RACCHIUSA LA MEMORIA 
DENTRO LE COSCIENZE LE AZIONI PAZZE ANDATE IN MALORA
FUORI LA RABBIA E LA FRUSTRAZIONE CHE DENTRO ALBERGA
ASPETTANDO TRA COCCI DI BOTTIGLIE VUOTE MEZZE SCOLATE
BUTTANDOSI PER SBAGLIO NELLE FIAMME DEL CAMMINO 
VARIEGATE 
FIAMME NEGLI OCCHI DI CHI E FOTTUTAMENTE SUBLIME
ASTIO VERSO IL MALE 
COEFFICIENTE DI UNA NEGATIVA ENERGIA, MENTE
PER DOVUTA IMPLEMENTAZIONE AL TESSUTO DOMINANTE
LA PELLE
LA PLASTICA
LE MENTI 
BUCATE
LA CALMA
LA SOCIEVOLEZZA 
LE PUPILLE
DILATATE
LA RAGIONE 
LA FRESCHEZZA
LE IDEE
IMPAZZITE
***
SENZA SONNO 
VERSO IL BARATRO 
ASSILLANDO IL LAMENTO 
MANGIANDOLO DA DENTRO 
PERSUASO DALLA LUCE DEL GIORNO
GLI ZOMBIE NON MUOIONO MAI NON VIVONO
I MOSTRI NEMMENO 
NEMMENO NEL SONNO
IL SOGNO FA PARTE DEL REALE PRIMA DI MORIRE DENTRO
SU UN LETTO FREDDO
MOSTRO A 9 TESTE CHE URLANDO
CRESCENDOCI UN BEL BUCO IN MEZZO
ED IN FINE UN GRANDE ED INFINITO SALUTO 
COME MAI NON POTRà ESSERE MAI PIACIUTO 
PER DEVIANZA IMPLICITA PER UNA NUOVA VITA 
PER IL PROSSIMO FUTURO
***
IL RITORNO E' TRISTE SENZA SONNO
DENTRO UN CESSO DI UN VAGONE DI UN TRENO 
FINO A FELTRE CERCANDO CAGANDO QUALCUNO 
SENZA VOCE NEL MENTRE OSSERVO 
DELLE PICCOLE DONNE CHE SBARRANO 
MALE ED ESCONO DALLE PORTE 
ARRIVATI A BELLUNO 
DOPO 10 MINUTI TOTALE DESERTO
ASPETTO UN PAIO DI ORE
MANGIANDOMI ALTRA PIZZA SCONTATA 
DORMENDO SU UNA PANCHINA
ED INFINE ARRIVA IL TAXISTA JAKO 
LO SALUTO E PARTIAMO VERSO CASA
VERSO IL COMELICO GIUNGIAMO 
ERANO LE 3 DEL MATTINO!!!







Posta un commento